Hanno insegnato ala gente che “non ci sono soldi” ed hanno convinto molti che “soldi = diavolo”, o che “imprenditori = avidi maiali”, per eliminarci come concorrenti. Lo hanno fatto distraendo dai mercati veri, rendendo la gente incompetente a livello imprenditoriale ed indottrinando a cercare la felicita’ nella spiritualita’, trascurando i soldi.

Credere che il massimo a cui potessimo ambire era il mercato delle briciole, il 20% di quello totale. Loro si abbuffano al banchetto del 80%, quello ricco e grasso, a noi lasciano le briciole, come a dei cani a cui si gettano gli avanzi dal pranzo di Natale.

 

Tutti dicono “non ci sono soldi”. Sono vittime dell’inganno. La verita’ e’ che i soldi ci sono e sono tanti.

“I mega Paperoni dei nostri giorni si arricchiscono a un ritmo così spaventosamente veloce che potremmo veder nascere il primo trillionaire (ovvero un individuo con risorse superiori ai mille miliardi di dollari) nei prossimi 25 anni”. –  Sorgente
Nota: Il resto dell’articolo del Fatto Quotidiano, riporta cose non vere, nel senso che i motivi a cui l’autore attribuisce il successo dell’elite non sono quelli veri. I veri motivi non li dice nessuno, vuoi per ignoranza o perche’ sono pagati per non rivelarli.