La parola d’ordine è ECCELLERE

Il mondo è cambiato, la classe sociale è sparita e con essa anche la qualità nella societa della massa. Sempre più mediocrità fra la gente che risulta in un economia in caduta libera, a beneficio dell’élite che si può permettere risorse eccellenti e che contribuiscono alla crescita della loro economia.

Per far successo oggi come professionisti e come imprenditori, bisogna eccellere. Gli unici in grado di far soldi nell’era dei mercati globali e nel XXI secolo sono gli eccellenti, mentre i mediocri si sbattono per le briciole del 10% del mercato totale, schiavi delle multinazionali e derubati dallo Stato attraverso la tassazione.

Per ogni azienda che chiude, ci sono decine, centinaia e migliaia di individui che si devono adattare a stipendi da fame. Molta gente sta perdendo tutto, perfino la testa e chi beneficia da tutto questo è l’Elite e le loro Big Corporations.

Con l’avvento della globalizzazione le piccole e medie aziende si sono ritrovate a dover fronteggiare concorrenti molto forti provenienti da tutto il mondo. Il mercato di oggi non è più limitato alla provincia, alla regione o alla nazione ma, da ormai 25 anni, si chiama mondo. Chi non capisce questo importante “dettaglio”, non ha futuro.

IMPRESA: Individuare, procurarsi e gestire le risorse necessarie al raggiungimento di un traguardo.

La parte più importante del fare impresa sta nell’avere ben chiaro un obiettivo da raggiungere. Non importa quanto sia difficile raggiungerlo e può essere perfino irraggiungibile, ma un obiettivo da raggiungere ci deve essere.

La prima cosa a cui guarda un investitore o un potenziale socio a cui viene proposta una partecipazione societaria è l’obiettivo, e cioè vuole vedere se chi gli propone l’investimento e/o la partecipazione ha ben chiaro dove vuole arrivare con quel progetto. Se non hai un traguardo ben definito in mente, non partire nemmeno. Non importa che questo traguardo possa sembrare irraggiungibile, l’importante è che esista.

Una volta che abbiamo chiaro il traguardo, dobbiamo capire di quali mezzi e strumenti (risorse) abbiamo bisogno per raggiungerlo. Le risorse sono (in ordine casuale):

  • Finanziarie – i soldi e tutto quello che può essere usato come moneta di scambio
  • Strutturali – uffici, capannoni, magazzini, laboratori, ecc.
  • Tecnologiche – computer, cellulari, tablets, servers, macchinari e strumentazione varia
  • Umane – Le risorse umane competenti e preparate sono quelle che fanno la differenza oggi, ancora di più di quelle altamente tecnologiche, che sono ormai alla portata di tutti.
  • Logistiche – tutto quello che ha a che fare con la distribuzione e i mezzi di trasporto
  • Marketing – tutto quello che serve per la promozione e per la vendita – siti internet, cataloghi, social networks, pubblicità, piattaforme e-commerce, POS, ecc…
  • Temporali – il tempo a disposizione per le varie fasi di lavoro, dalla produzione, al marketing, alla distribuzione, all’assistenza post vendita
  • Politiche – ad un certo punto servono anche quelle
  • Naturali – Tutto quello che offre la natura

Continua…