Competenze

Il Sistema è la politica di gestione di tutto e tutti sulla terra.

Quando si parla di Sistema ci si riferisce all’insieme di risorse politiche, finanziarie ed istituzionali (e para-istituzionali) sfruttate ed organizzate a fini di gestione di tutto quello che succede sulla terra.

Il mondo è diviso in due classi sociali: l’élite e la massa. L’élite sono il 10% della popolazione mondiale che possiede l’80% della ricchezza totale della terra. Il Sistema vuole le masse sempre più deboli e sempre più povere, a beneficio di una piccola élite di milionari che diventa sempre più ricca e potente. 

Il Sistema è stato costruito per governare i popoli. Inizialmente fondato su principi sani, si è trasformato in qualcosa di criminale contro le masse, perché “il potere da alla testa” e l’uomo si sa, vuole sempre di più. La gente soffre, sempre più famiglie fanno fatica a sbarcare il lunario, e per quanto i politici ed i politicanti si diano da fare nel farci credere che c’è una speranza, in realtà non c’è. Il Sistema è quello e non si può più cambiare. Chi ha provato a cambiarlo, ha fatto una brutta fine. (JFK). L’unica cosa che si può fare è sfruttare il Sistema per entrare a far parte dell’élite, che significa poter fare milioni di Euro in tempi molto brevi.

Ho lavorato per quasi vent’anni in aziende multinazionali ed agenzie governative americane in posizioni manageriali e di direzione, in cui ho avuto l’opportunità di imparare il Sistema molto in profondità.

L’80% delle nostre scelte e delle nostre azioni quotidiane sono guidate dall’inconscio. Per questo motivo, il valore dei degli strumenti promozionali e per la vendita si misura da quanto efficacemente raggiungono l’inconscio. E’ questo il segreto del successo della pubblicità e delle propagande mediatiche a fini sia commerciali che politici

Sono stato formato in scienze della comunicazione nelle scuole più esclusive negli Stati Uniti d’America ed ho fornito le mie competenze alle Big Corporations per quasi dieci anni, sia a livello corporate che a livello politico, in ruoli sia artistici che direzionali.

Al mondo d’oggi, quello che determina il successo di un’azienda sono le risorse umane, molto più di quelle tecnologiche. Per questo motivo, il 5% dei top managers delle grandi aziende, arrivano a percepire salari fino a 380 volte maggiori di quelli del resto degli impeigati.

Saper individuare, reclutare, formare e gestire le risorse umane eccellenti, è essenziale per poter ambire a risultati soddisfacenti nel XXI secolo.

(Tecnologia dell’informazione e della comunicazione – su Wikipedia)

La produttività di un’azienda moderna si basa sull’Information and Communication Technology.

Dalla strumentazione hardware al software per produzioni audio-video, alla fotografia, alle tecnologie mobile (cellulari) ai servers per per reti Internet, Intranet ed Extranet, ho le competenze per supervisionare, gestire e coordinare ogni tipo di applicazione e servizio correlato ai “new media” e broadcasting.

La globalizzazione ha rimpicciolito il mondo e la rete Internet ha giocato un ruolo chiave nel cambiamento dell’economia mondiale. Grazie ad internet possiamo raggiungere mercati e clienti in tutti i continenti. Un’opportunità che pochi sanno cogliere al meglio, e questi sono quelli che investono adeguatamente nelle risorse che sanno sfruttare al meglio le tecnologie web. 

Affidare le risorse web dei reparti aministrativi, produttivi, gestionali, logisitci e commerciali ad esperti è un obbligo per poter ambire a crescita e successo.

Ho iniziato a lavorare in Internet nel 1997 come web designer per poi diventare production manager nelle più importanti agenzie pubblicitarie e di web development di tutto il mondo, coordinando squadre di produzione fino a 30 individui fra programmatori, network administrators e designers.

Sono stato fra i primi a produrre contenuti multimediali per la consegna via web (media deployment for Internet delivery), quando nel 1998 iniziai a lavorare per networks televisivi, testate giornalistiche e case di produzione cinematorgrafiche statunitensi. 
Sono stato parte dei teams di sviluppo di YouTube e Facebook, nonché fra i primi a lavorare allo sviluppo di aziende di C.D.N. come la Akamai, per cui lavoravo anche a livello commerciale seguendo clienti come Apple, Microsoft, FOX Television e CNN.

Devo la mia carriera nelle produzioni multimediali alla passione per la fotografia e per la tecnologia. Dopo qualche anno come cameraman e titolatore per agenzie di produzione televisiva in Italia, ebbi l’opportunità di lavorare come direttore della fotografia e editor per produzioni cinematografiche per la pubblicità. Iniziai a lavorare per le grandi firme della moda e dopo il mio trasferimento a New York ebbi l’opportunità di entrare a lavorare in agenzia di fama internazionale fra i cui clienti c’erano multinazionali del media conglomerate dell’informazione e dell’intrattenimento. 

La mia carriera si sviluppò a mansioni di responsabilità in ruoli come coordinatore, supervisore e poi manager.

Pianifica, dirige o coordina le politiche ed i programmi di pubblicità e la produzione di strumenti promozionali. Dirige e coordina la produzione di materiale collaterale come poster, concorsi, coupon, ed omaggi per aumentare l’interesse verso l’acquisto di un prodotto o servizio per un reparto, per un’intera organizzazione del cliente. Clicca qui per i dettagli.

Ho lavorato per le maggiori agenzie di media e pubblicitarie degli Stati Uniti, Giappone e nord Europa come CBS, FOX, Smart Communication, Saatchi & Saatchi ed altre, con ruoli di manageriali sia nella produzione che nella gestione dei teams di creativi e di produzione.

Ho curato progetti pubblicitari ed ho coordinato lo sviluppo dei canali di vendita di marchi come Nike, Adidas, Warner Brothers, MGM, Davidoff, Douglas, BMW, Mercedes, Apple, Adobe, Microsoft, Akamai, Kodak, Samsung, Lockheed-Martin, General Electiric e molti altri.

Ho lavorato come regista e manager per produzioni televisive e cinematografiche nei settori dell’informazione, intrattenimento e commerciale (pubblicità).

Il lavoro di regista è quello che, insieme alla fotografia, mi hano dato più soddisfazioni anche a livello personale.

L’editing è arte allo stato puro, l’editing è l’aspetto della produzione cine-video che gioca un ruolo comunicativo fondamentale, ed è allo stesso tempo quello meno riconosciuto e considerato di tutta la produzione. L’editing è la specializzazione più difficile da acquisire. O ce l’hai nel sangue, o non arriverai mai ad alti livelli.

L’editing e la fotografia sono le forme d’arte per le quali ho più rispetto in assoluto e per questo l’uniche due attività sulla quale non esprimo giudizi sul mio livello di competenza.