La terza guerra mondiale non ha niente a che fare con le bombe, ma con il cervello. La nostra mente è sotto assedio, sia sotto l’aspetto psicologico che biologico.
Si chiama PSYOPS ed è il reparto della C.I.A. più finanziato in assoluto, ancora di più dell’ U.S.A.F. e della Marina Militare. Sostanze chimiche somministrate attraverso aria, acqua, alimenti e medicine, che attaccano la parte biologica del nostro cervello (neuroni) per aumentare l’efficacia della propaganda mediatica basata sulla Programmazione Neuro Linguisitca.
Gli italiani sono vittime inconsapevoli di una guerra psicologica fin dal 1948. La C.I.A. finanziò la D.C. con 5 milioni di Dollari all’anno per 16 anni per propaganda mediatica il cui scopo era quella di allontanare gli italiani dal comunismo. Erano gli inizi della Guerra Fredda, l’America non poteva permettere che i paesi alleati (NATO) fossero influenzati dalle filosofie comuniste dell’Unione Sovietica.

LINK AL LIBRO

Immaginatevi che potere può avere una locandina come questa sulla gente e capirete il potere della propaganda su una società.

https://it.wikipedia.org/wiki/Scomunica_ai_comunisti

De Gasperi diventò presidente del consiglio e per venticinque anni la sinistra non andò mai al governo.
Siamo stati programmati a credere quello che hanno voluto. Da allora, l’Italia è sempre stata (e sempre sarà) un burattino degli U.S.A., o meglio, dei padroni del piano del Nuovo Ordine Mondiale.
Per 24 anni la sinistra non riuscì ad andare al governo, proprio grazie ai finanziamenti ricevuti dalla C.I.A. per campagne propagandistiche che puntavano a FORMARE il PENSIERO degli italiani.
Tutto questo, per questioni di conflitti fra USA e RUSSIA.
La gente non sa niente di queste cose, perchè nessuno gliele dice. In televisione queste cose non te le dicono, perchè la gente non deve sapere. Sei vittima di una guerra al tuo cervello, non al tuo corpo. I vaccini, l’OGM e le scie chimiche non mirano a far ammalare il tuo corpo, ma la tua mente.
https://en.wikipedia.org/wiki/CIA_activities_in_Italy (solo in inglese)


Commenta