1. Separare gli individui, dividerli fra loro, perche’ 10.000.000 di persone separate, da sole, sono 10.000.000 di SINGOLI, non un insieme.
  2. Renderli stupidi ed ignoranti.
  3. Distruggere i valori individuali, così da distruggere i piloni portanti, le fondamenta.

Stupidità ed ignoranza – Conoscere è potere. Conoscenza è razionalità. L’individuo deve essere reso incapace di ragionare, ma capace di assorbire. Hanno allevato cervelli emotivi, perchè un individuo emotivo ed incapace di ragionare è controllabile e consuma quello che gli viene ordinato di consumare. Tutto, dal sesso, al cibo, alle leggi, ai politici… le tecniche di programmazione neuro linguistica sono tecniche dirette all’inconscio.
Alla gente non interessa più apprendere, alla gente interessa mostrare di sapere. La gente è così abituata ad interagire che ascoltare viene percepito come essere idioti o inferiori. Internet è sia la sorgente più completa di informazioni utili e di verità, ma anche lo strumento più potente contro le masse. Nell’era di Internet, il popolo è diventato un divulgatore inconsapevole di menzogne e di informazione. La gente non è capace di valutare razionalmente quello che gli viene proposto. La gente valuta emotivamente. Il titolo di un post ed un’immagine, sono sufficienti per creare consensi, rifiuto e condivisione (divulgazione). Siamo invasi da stronzate che sono tossiche per il nostro benessere. Siamo diventati co-autori di minchiate perchè quello che diciamo è il risultato delle minchiate che ci sono state inculcate nel cervello per vie inconsce. Attraverso i vari MI PIACE, COMMENTI e CONDIVISIONI in Facebook (YouTube, etc) aiutiamo il male, contro noi stessi.

Internet poteva essere lo strumento di rivoluzione intellettuale più potente che potevamo mai avere a disposizione, ma invece è risultato essere un’arma di distruzione di massa. Ci stiamo autodistruggendo, e loro, l’Elite, se la ridono. Voglio ribadire questo concetto… Li abbiamo alleggeriti dalla mole di lavoro, e quindi di investimento, per fotterci. Ci hanno messo in mano le armi per sparare contro di noi. Il “lavoro” contro noi stessi, lo facciamo da soli.

DIstruggere i valori più importanti come la famiglia, l’amore, la solidarietà e l’amicizia… E’ stato un lavoro facilissimo: pornografia, femminismo, LGBT, Gay Pride e notizie (inventate) su gente violenta, pericolosa, psicopatica, ecc.

Ci hanno separati. Siamo arrivati al punto di vedere gente che muore di fame per strada, bambini strappati ai genitori da parte di governi criminali, alimenti e medicine infestate da veleni… ci va bene tutto, non ci ribelliamo più a nulla, perchè siamo soli. Siamo così presi da noi stessi, dal risolvere i nostri problemi, che non abbiamo assolutamente più spazio per aiutare il prossimo. Paura delle autorità, paura della galera, ecc…. ci portano a dire “ma chi se ne frega!”.

Nessuno, in Italia, sa dove e quando tutto questo ha avuto origine. Quando gli italiani sapranno, sarà troppo tardi, come lo è oggi per gli americani (statunitensi).

10,000.000 di individui da soli, “uno per sè, Dio per tutti”, non sono un popolo, sono un’ammasso di individui impotenti.