Internet è pieno zeppo di articoli creati allo scopo di fomentare odio fra razze, e dividere la gente fra di loro, perchè se l’unione fa la forza, la separazione indebolisce. Ci vogliono deboli, così ci controllano meglio ed anche per evitare rivolte. Siamo milioni, ma siamo soli.

Perchè in Facebook si condividono posts e memes di sciagure, violenza, atrocità?

Si chiama sensazionalismo e bisogno di fare audience. E’ quello per cui è stato inventato facebook, ma anche quello su cui vivono giornali e telegiornali. “Trasmissioni sul dolore”, le chiamava Maurizio Costanzo.
Tutti a caccia disperata di audience, di “mi piace” e di commenti. Il male, il marcio, i dolori, la sofferenza e i drammi vendono.

Il 95% di quello che gira in Facebook ed internet sono contenuti creati per infestare le menti ed il cuore della gente. Lo scopo è quello di creare depressione, demoralizzazione, sconforto, ed anche divisione. La gente queste cose non le sa, e continua a farsi male da sola, commentando e condividendo il marcio, aiutando le forze del male nel loro obiettivo malvagio contro la gente. Articoli falsi, bufale anche a sfondo razziale, divulgati da siti e pagine Facebook finanziati dall’Elite. Si chiama PSYCHOLOGICAL WARFARE (Guerra psicologica).

Se condividi bambini intubati, violenza, tragedie… chiediti… “Condividendo cosa posso risolvere?”. Nel 99% dei casi, non risolvi niente, nessuno può risolvere niente, quindi evita. Farai un favore all’umanità. Informare? No, di informazioni per capire che siamo vittime di abuso di potere e che c’è bisogno di una rivolta, ce ne sono a tonnellate. Non si rivolterà mai più nessuno quindi, evita di condividere e anche di commentare.

I social networks non sono stati inventati per far socializzare, ma per separare ed anche per FORMARE MENTI.

Se vuoi bene al tuo paese, condividi questo articolo e smetti di condividere il marcio che trovi in giro per Facebook.