Capitalismo

l mondo sta passando un momento molto brutto. Con il passare degli anni, ormai da venticinque anni, un numero sempre maggiore di persone sta sempre peggio, mentre sempre meno persone stanno sempre meglio. Va di moda asserire che il problema è il capitalismo, o meglio nel sistema economico capitalista. Si dice che “il capitalismo è una ghigliottina sul collo della gente”, ma non è così.

Il capitale è quello che serve ad ognuno di noi per creare profitto e il capitalismo è il sistema economico basato sullo sfruttamento del capitale.

Ci sono diversi tipi di capitale, fra questi quello finanziario (i soldi), quello naturale e quello umano. Il capitale umano è suddiviso in capitale sociale, capitale intellettuale, capitale fisico, il talento, le abilità e altri tipi che fanno parte delle risorse umane. Il capitale naturale è suddiviso in capitale animale, vegetale, geologico, e altro che fa parte della natura.

Quello che contraddistingue l’uomo dagli animali e dagli altri esseri viventi sul pianeta non è solo la parola e la consapevolezza della morte, bensì le capacità di prosperare e l’interesse a prosperare.

Prosperare significa andare a stare sempre meglio. Sono solo il 10% della popolazione mondiale quelli che oggi di riescono, e questi sono quelli dell’élite milionaria, che fanno soldi anche mentre dormono, perché investono sempre più capitale, di tutti i tipi.

Dire che il capitalismo è una ghigliottina sul collo della gente è un’offesa alla meritocrazia e un inno al comunismo, quel tipo di economia che prevede che lo Stato possieda tutti gli strumenti di produzione (aziende) e che poi distribuisca i profitti in parti uguali al popolo. Il comunismo è il viatico verso l’inviluppo e il regresso.

Il problema del degrado socio-economico in cui viviamo oggi, sta nel fatto che sono troppi pochi quelli che hanno a disposizione o sanno acquisire capitale e che lo sanno usare per produrre.

Facebook Comments

Commenta