Stato e istituzioni

Lo Stato sono le banche e le Big Corporations, che insieme sono i padroni del mondo, organizzazioni nelle mani di persone che sono i massimi sfruttatori del Sistema.

I primi, cioè le banche, sono i creatori della moneta e quelle entità che la moneta la mettono in circolazione, i secondi sono quelli che usano la moneta per creare e far crescere sempre di più le aziende.

Le banche, anzi l’istituzione finanziaria chiamata banca, è capitanata da eredi della conoscenza più profonda sul Sistema, che sono quelli che il Sistema devono portarlo avanti e farlo crescere e sviluppare sempre di più.

Le Big Corporations sono capitanate da due tipi di persone, gli imprenditori etici e quelli criminali. I primi crescono e prosperano creando opportunità di sviluppo e crescita, i secondi crescono causando malessere e sofferenza ad altri, alla gente, che li vota, o meglio, vota i loro lecchini (politici, giornalisti e “esperti”), pagati per ingannare la gente.

Le istituzioni sono le organizzazioni che istituiscono il modo di pensare e di agire della gente, della massa. Sono organizzazioni create per tenere le masse sotto scacco, controllate sotto tutti gli aspetti, togliendo alla gente la possibilità di crescere, perché ai padroni, ai padroni della gente (non i padroni assoluti), interessa avere risorse umane da sfruttare, lavoratori, non individui che prosperano.

Le immagini qui sotto sono una rappresentazione grafica del significato di istituzioni. Le istituzioni sono tutte intorno a te, ti regolano, e regolamentano tutte le tue attività. Attraverso le istituzioni, lo Stato decide cosa puoi fare, come lo puoi fare e quanto.

Con il passare degli anni, sei stato costretto sempre di più nelle tue attività, in tutto quello che potevi fare per procurarti benessere, motivo per cui con il passare degli anni sei andato a stare sempre peggio. Con il passare degli anni, sempre più persone hanno dovuto imparare ad accontentarsi di sempre meno, e i dati sull’evoluzione della distribuzione della ricchezza sono la dimostrazione, in numeri.

Un’altro dato che prova questo concetto di aumento del malessere, sono il numero dei divorzi, dei soldi pagati in divorzi, e il numero di bambini che crescono e sono cresciuti senza padri o con genitori separati.

La massa di istituzionalizzati esiste nell’interesse di altri, dei loro padroni, appunto, che crescono, prosperano e si arricchiscono sempre di più, sfruttando il lavoro dei loro schiavi, della gente. La gente è capitale umano, non risorse umane. Che tu sia un lavoratore dipendente, un professionista o un lavoratore autonomo, se paghi le tasse sei uno schiavo, uno che esiste nell’interesse di altri, dei tuoi padroni, più che nel proprio.