Gli obsoleti sono tutti quelli che, a causa del progresso tecnologico, stanno per perdere utilità a fini produttivi, e quindi anche di consumo, nella società e nel mondo.

Le macchine, grazie all’intelligenza artificiale, stanno diventando molto produttive, fino al punto che stanno rimpiazzando sempre più persone in ruoli all’interno di organizzazioni sia pubbliche, che private. Sempre più persone, in tutto il mondo, stanno perdendo il lavoro, di conseguenza all’escalation della capacità produttiva, e quindi dell’impiego, delle macchine e dei robot, e questo sta portando molte risorse umane e diventare obsolete, cioè non più utili a fini produttivi.

L’uomo produce quello che gli serve per vivere. Tutto quello che l’uomo fa e produce, viene fatto e prodotto per vivere.

Alla perdita del lavoro e della conseguente possibilità di procurarsi reddito, corrisponde l’incapacità di procurarsi le cose di cui abbiamo bisogno per vivere, quindi di consumare. Gli obsoleti sono individui che, a causa della perdita del lavoro e dell’inutilità sociale, non saranno nemmeno utili come consumatori.