Un diluvio universale sta per abbattersi sulla Terra, ma nessuno lo dice chiaro e tondo, perché la gente vuole menzogne confortanti, non verità.

Fra la gente, ci sono alcuni, pochi purtroppo, che invece vogliono le verità, soltanto le verità e nient’altro che le verità, perché consapevoli che i problemi si risolvono solo se si affrontano per quello che sono veramente. In altre parole, ci si difende dal toro solo se si prende per le corna, non se si pensa che sia un docile vitellino.
Ecco, il problema è un toro di 300 chili, ma che le gente confonde con un vitellino, perché le informazioni divulgate dai vari media e dai canali d’informazione libera non sono le verità, sono informazioni molto approssimative, nonché false e fuorvianti. Il risultato è che nessuno capisce cosa stia succedendo e cosa sta per succedere, motivo per cui stiamo tutti fermi ad assistere allo sviluppo degli eventi, sperando che andrà tutto bene.

Non andrà bene per nulla, anzi andrà sempre peggio, e attraverso le pagine di questo sito vogliamo dirvi cosa sta per accadere, il perché e come ci si salva. Si, è una questione di salvezza, non più di darsi da fare per migliorare le condizioni di vita, e quello che stai leggendo non sono parole partorite da chi vuole usare la strategia del terrore, ma da parte di qualcuno che conosce i dettagli di quello che sta succedendo e che sta per succedere, qualcuno che ha un piano per salvarsi dal diluvio universale, che se continuerai a leggere capirai di cosa si tratta, oltre a capire chi siamo e da dove proveniamo.

Non ho nulla da vendere, ma molto da offrire, tutte cose che, tutte insieme, sono la salvezza:

Informazione, formazione e supporto

Questo è quello di cui avete bisogno, tutte cose che nessuno, fra quelli che vi aspettate che vi diano (istituzioni), vi danno, vuoi per ragioni di incompetenza, vuoi perché pagati per non dare nulla di utile a nessuno.

Il mondo non è affatto quello che molti pensano che sia, e la stessa cosa vale per lo Stato. Allo Stato non interessa nulla del benessere del popolo, e chi ancora si ostina a pensare il contrario, affascinato dal tricolore, dall’azzurro e dalle frecce tricolori, è un emerito imbecille senza futuro, o con un futuro da schiavo.

Abbiamo passato decenni a credere che lo Stato e le istituzioni siano dalla parte dei cittadini, e nonostante le innumerevoli dimostrazioni che provano il contrario, la stragrande maggioranza della gente continua a fidarsi di quell’organizzazione istituzionale chiamata Stato, che non è più l’insieme di cittadini che cooperano sotto l’insegna di quella cosa conosciuta come costituzione, ormai carta straccia, ma il nostro nemico numero uno. Lo Stato è l’insieme di Big Corporations e banche, a cui della gente non frega una beata minchia. Tutti, fra politici e giornalisti lo sanno, ma a nessuno dice nulla, perché beneficiano molto dal servire lo Stato. In altre parole, proteggono la mucca da cui mungono il latte, sbattendosene della verità, sbattendosene delle conseguenze negative sulla società e sul paese. Sono i vili traditori della patria, venditi figli di puttana, che si ingrassano sempre di più, causando molto malessere e molta sofferenza in molte persone. Sono criminali, che non vengono puniti, perché il Sistema li paga per essere criminali.

Sono quelli che ai livelli più alti della gerarchia dei padroni del mondo, cioè gli oligarchi, chiamano gli useful idiots, cioè gli idioti utili, che fra poco verranno fatti fuori, perché non più utili. Idioti, perché hanno creduto alle promesse di salvezza dal diluvio universale che sta per abbattersi sulla Terra. Sono poveri illusi, che sono caduti anche loro nel tranello delle menzogne, anche delle loro stesse menzogne, da cui molto presto verranno travolti e che li tireranno giù, negli abissi, insieme a tutti coloro che non prenderanno in seria considerazione quello che ho da dire sulla situazione mondo attuale.

Perché mi dovreste dare ascolto? Perché provengo dagli ambienti in cui vengono studiate le strategie politiche e governative per quasi tutti i paesi del mondo. Perché conosco le verità che nessuno, fra quei pochi che le conoscono, dice, e perché non ho nulla da vendere. Perché lo faccio? Perché anch’io sono parte di coloro che devono salvarsi, e so che solo se uniti ad altri, posso salvarmi.

Voi avete bisogno delle mie competenze, io ho bisogno delle vostre risorse e delle vostre aziende. Voi avete i mezzi, ma non sapete come usarli. Voi siete miliardi, destinati a fare la fine del topo, io sono l’unico che può aiutarvi a evitarlo, facendovi tornare a vivere come uomini veri, cioè prosperando in libertà.

Insieme ad altri italiani, a cui ho avuto l’opportunità di dare molte informazioni, abbiamo fondato un’associazione no-profit, chiamata Progetto Arca, attraverso la quale intendiamo fornire informazioni, formazione e supporto a quei pochi che capiscono la gravità della situazione e che vogliono agire in prima persona per evitare il peggio, uomini di buona volontà, giovani e meno giovani, che tengono al loro futuro e al futuro dei loro figli.