Siamo vittime di un piano che punta ad impoverirci sempre di più. E’ un piano che comprende un Sistema criminale, perché si basa sul principio che al malessere delle masse corrisponde il benessere di pochissimi. E’ un Sistema che se non lo conosci ti schiaccia, ma se lo conosci e lo sai sfruttare a tuo vantaggio, ti permette di ricoprirti d’oro in tempi molto brevi.

Mi chiamo Gabriele Cripezzi. Sono un ex dirigente di aziende di proprietà di multinazionali e un ex impiegato di agenzie governative USA, in cui ho ricoperto ruoli di coordinamento, analitici, manageriali e direzionali. Ho trascorso i passati vent’anni a stretto contatto con investitori, imprenditori e personalità di rilievo del mondo dell’intrattenimento e della politica, conosco quindi il Sistema molto approfonditamente e sono tornato in Italia per aiutare alcuni italiani a salvarsi da un triste destino a cui sono destinate le masse nel mondo che verrà, la schiavitù.

Il mondo nel XXI secolo sarà diviso in due classi sociali, élite e massa. I primi saranno i milionari benestanti, i secondi saranno i servi, gli schiavi che potranno ambire solo alla sopravvivenza, dopo essere stati privati di tutti i diritti.

Quello che sta succedendo in questi giorni con la scusa del CoronaVirus è l’inizio di una fase di transizione fra la fine di un mondo e l’inizio di un altro, un mondo in cui libertà, benessere, prosperità e anche amore, saranno un lusso per pochissimi, quelli che sapranno sfruttare il Sistema.

La distribuzione della ricchezza ha raggiunto un livello di disuguaglianza molto drammatico. Siamo arrivati al punto in cui un terzo della popolazione mondiale vive sotto la soglia della povertà. La situazione è pressoché la stessa in Italia. Siamo arrivati a questo punto dopo un secolo di menzogne perpetrate sulle masse attraverso i media e attraverso le istituzioni.

Il XX secolo sarà ricordato come il secolo della menzogna e dell’inganno, e il XXI secolo sarà ricordato come il secolo del controllo e dell’oppressione.

Sfruttatori contro sfruttati, eccellenti contro mediocri, élite contro massa. Questo sarà il XXI secolo, due classi sociali divise in due mondi che corrono su due economie diverse, l’economia del lavoro per le masse, e l’economia del ritorno dagli investimenti per l’élite. La prima economia è in costante calo e non risalirà mai più, mentre la seconda cresce sempre di più.

Se vuoi vivere da uomo libero e prosperare, devi entrare nel mondo dell’élite. So come si fa e ho intenzione di dirlo ad altri italiani, che non ci stanno a farsi tenere per le palle da un gruppo di criminali in giacca e cravatta che si arricchiscono sfruttandoci come schiavi.

Tutto questo è diretto ai titolari di Piccole e Medie Imprese e ai giovani aspiranti imprenditori, e non riguarda investimenti in borsa, tanto meno in Bitcoin. Si tratta di pura imprenditoria, di come si creano aziende di successo e su come si sfrutta il sistema finanziario per accedere a capitali sempre maggiori, da investire a fini di sviluppo e crescita. Sono le cose di base che ogni imprenditore o aspirante tale dovrebbe sapere, cose che nessuno dice. Che tu sia un titolare d’azienda che necessita di capitali per poter crescere o uno “Startupper” con un’idea di business in cerca di investitori, se non sai queste cose sei destinato a fallire, perché lo Stato non vuole concorrenti.

Il piano di cui siamo vittime è stato studiato e messo a punto fra la prima e la seconda guerra mondiale, ed è un Sistema che non si può né cambiare, né tanto meno distruggere. Chi ci ha provato in passato ha fatto una brutta fine (JFK, Aldo Moro, Falcone e Borsellino, per citarne alcuni), perché lo Stato, cioè le banche e le Big Corporations non permettono che nessuno intralci il loro cammino verso il dominio del mondo, più precisamente verso il dominio di tutti i mercati, di tutte le economie e di tutti i sistemi finanziari di tutti i paesi del mondo.

Nessun governo farà mai niente per migliorare le condizioni di vita dei cittadini, perché il governo è un’organizzazione controllata da alcuni, per mettere i bastoni fra le ruote al popolo. I politici, i ministri e tutti quelli che ricoprono cariche istituzionali sono pagati per impedirci di arricchirci e di stare bene. Le tasse non sono un contributo al paese, bensì una rapina legalizzata per impedirci di svilupparci e crescere. Sperare nei politici e nel governo è la cosa più stupida che si possa fare, proprio perché i politici sono pagati per renderci la vita un inferno. La gente è stupida e ignorante, motivo per cui questo mondo sta andando a rotoli.

Tasse, Equitalia, spread, debito pubblico, e molto altro, sono problemi delle masse ignoranti sul Sistema e su come funziona il mondo per davvero. Sono tutti problemi che non riguardano i milionari, che sono quelli che vivono in un altro mondo, secondo principi e filosofie molto diverse da quelle in cui crede la massa.

L’unico modo per far successo al mondo d’oggi e nel mondo che verrà, è essere amico dello Stato, che ti ripeto sono le banche e le Big Corporations, e solo chi è stato parte di loro delle loro organizzazioni può dirti come si fa a diventarlo.

Mentre la stragrande maggioranza delle persone chiacchierano, piagnucolano e inveiscono contro il governo e contro il Sistema attraverso i social network, invocando riforme che non avverranno mai, alcuni sfruttano il Sistema e si ricoprono d’oro in tempi record.

L’italia e gli italiani hanno un piede nella fossa, Le Piccole e Media Imprese sono spacciate e i giovani non hanno futuro, almeno che quelli come me, con le mie competenze e la mia esperienza imprenditoriale, economica, finanziaria e di Sistema in generale, non comincino a dedicarsi alla formazione di aspiranti imprenditori e non comincino a supportare titolari di piccole e medie imprese. Gli investitori con grandi capitali interessati a investire, ci sono, le idee di business anche, ma mancano competenze imprenditoriali da parte degli esecutori (C.E.O. e titolari d’azienda), motivo per cui gli investitori non investono e le aziende non nascono, non crescono e falliscono ad un ritmo vertiginoso.
Il livello di competenza imprenditoriale in Italia è a livelli terzo mondo, anche perché il panorama dei formatori e mentori attualmente in circolazione è composto da ciarlatani e venditori di fumo, che sanno poco o niente su come funziona il mondo, il Sistema e tutto l’apparato produttivo in generale.

E’ urgente un intervento informativo, formativo e di supporto, non ché di partnership, per titolari d’azienda, startupper e giovani aspiranti imprenditori, affinché quelli con le idee, le aziende e gli investitori si  uniscano per dare vita a progetti di successo che possano, insieme, contribuire al risanamento dell’azienda Italia. Si può fare, ma bisogna agire in fretta e velocemente, perché il tempo a disposizione non è più molto, per motivi che spiegherò agli interessati e in adeguata sede.

Sto cercando collaboratori per l’organizzazione e per la promozione di conferenze nelle varie regioni e province d’Italia, per informare gli italiani sul Sistema e su come si sfrutta, ma anche per creare opportunità di joint-ventures e partnership fra imprenditori e investitori, nonché fra manager e direttori d’azienda. Se sei interessato a collaborare, per favore inviami un email utilizzando il modulo sottostante, oppure chiamami al 346-076-3220

Cordiali saluti,

Gabriele Cripezzi