L’universo funziona in base a equilibri e scambi. La natura, è una questione di scambi. Tutto nel mondo è stato costruito scambiando. L’economia e il benessere funzionavano in base agli scambi.
Chiunque o qualunque cosa ci abbia creato, l’ha fatto con GLI SCAMBI in mente. Quindi, possiamo dire che la vita è una questione di scambi. Così è stato per migliaia di anni, poi, ad un certo punto, è successo qualcosa che ha cambiato tutto: è intervenuto l’uomo malvagio, che ha voluto interferire con la natura, con l’universo, con le regole primarie della vita sulla terra… ed ha creato un Sistema criminale basato sulla frode.

La produttività è diventata il risultato dell’impegno nel partecipare ad una frode, più che il risultato del nostro impegno a scambiare.

L’economia, per molto tempo nella storia dell’umanità era basata sugli scambi, ma da un certo punto in poi, da dopo la seconda guerra mondiale, dopo cioè l’avvento del Sistema basato sulla frode, è entrata in vigore una nuova economia, che è diventata l’unica economia che cresce, mentre l’altra, quella basata sugli scambi e sul lavoro, ha cominciato a scendere. Da quel punto in poi, è la frode che ha cominciato a nobilitare l’uomo, non più il lavoro.

da Capitale nel XXI Secolo di Tohmas Picketty

Il risultato è che l’1% della popolazione mondiale è arrivata a possedere più della metà della ricchezza della terra, il 10% della popolazione mondiale vive nel lusso e tutti gli altri, noi, abbiamo dovuto imparare ad accontentarsi di sempre meno. Il 10% della popolazione sta bene, vive in libertà e prospera, mentre tutti gli altri, NOI, soffriamo. Un terzo della popolazione vive sotto la soglia della povertà.

Tutto questo a causa della volontà dell’uomo malvagio, o meglio di un gruppo di uomini malvagi, gli inventori del sistema basato sulla frode.

In passato, alcuni hanno provato a denunciare questi “signori”, dicendo al mondo cosa stava succedendo. Fra questi J.F. Kennedy

Questo è quello che gli è successo.

Gli inventori di questo sistema sono alcuni ebrei nazionalizzati tedeschi, che si sono riuniti sotto il nome di Scuola di Francoforte. Era il 1923, quando questi signori hanno deciso di cambiare il corso degli eventi, il corso delle economie. Quel giorno, l’uomo ha cominciato ad agire contro natura, contro le regole dell’universo.

E quello che sta per succedere è la conclamazione del loro successo e della nostra sconfitta.

Noi siamo i giusti, gli onesti, i lavoratori, loro sono gli infami, i traditori dell’umanità. Noi siamo quelli che si svegliano la mattina cercando di contribuire in positivo al mondo, loro sono quelli che, al contrario, si svegliano per fotterci tutti.
Noi siamo i sani di mente, loro gli psicopatici con manie di dominio.
Noi siamo il 90% della popolazione mondiale che ha perso tutti i diritti, anche quello all’amore, anche quello a creare nuovo individui sani e capaci di dare, i nostri figli…. loro sono l’1% che tiene tutti per le palle e che possono fare di noi tutto quello che vogliono, se noi ce ne stiamo qui a permetterglielo.

Niente possiamo contro un esercito armato, ma molto possiamo se gli uomini che fanno parte di quell’esercito apriranno gli occhi e capiranno che anche loro sono stati ingannati.
L’esercito non è solo quello armato di fucili e caccia bombardieri, ma anche quello armato di vaccini (medici e Big Pharma), di martelletti (giudici), di telecamere (media) e di tutti gli altri che partecipano all’inganno e beneficiano dall’inganno.
Tutti insieme sono le istituzioni, cioè l’organizzazione che gestisce la vita di tutti noi, gli istituzionalizzati che anno dopo anno, sono stati privati di tutto, anche della libertà di amare.

La frode è nel sistema economico e finanziario, che permette solo ad alcuni, a troppi pochi, di produrre, mentre impedisce a tutti gli altri di farlo.

Male contro bene, giusto contro sbagliato, bello contro brutto, sano contro malsano, naturale contro artificiale…Diavolo contro Dio. Chi è l’uno e chi è l’altro? Dove sta l’uno e dove sta l’altro? Chi vincerà?

Io non lo so, e non lo sa nessuno. Ma penso sia giunto il momento in cui l’uomo giusto prenda atto di una verità: il male sta vincendo e se non ci decidiamo a darci una mossa, potremmo dire addio alla vita per come l’abbiamo conosciuta, per come volevamo che fosse per noi e per i nostri figli.

Molti dicono che non possiamo niente contro i super poteri, molti altri si affidano alla mano del signore, molti altri sperano in interventi del governo nella direzione dei cittadini. Sbagliate tutti.

Possiamo molto, nessuna divinità celeste verrà mai a salvarci, così come non verrà mai Goldrake o Jeeg Robot e nessun governo opererà mai a favore della gente, perché i governi sono organizzazioni criminali al servizio dell’uomo malvagio.

Dobbiamo salvarci da soli. So come fare, perché ho fatto parte delle loro organizzazioni, gli ho aiutati a ricoprirsi d’oro sfruttando quel Sistema, ho contribuito al loro giochino, anche se in piccolissima parte e per soli 15 anni, ma è stato un tempo sufficiente a capire tutto, anche come fare a salvarsi.

Gabriele Cripezzi