Il successo è il progressivo realizzarsi di ideali valorosi, diceva Earl Nighitingale. Il più valoroso degli ideali è quello di procurare benessere a se stessi e anche agli altri, o almeno creare le prerogative affinché anche altri possano procurarsi benessere, a tutto tondo, non solo economico. Questo perché siamo animali sociali e il benessere degli altri è essenziale al nostro.

Il benessere è il risultato del nostro impegno e delle nostre capacità nel creare e scambiare valore. Più valore riusciamo a creare e a scambiare, più benessere riusciamo a procurarci. La vita è una questione di scambi e valore è la parola chiave per la produzione di benessere.  Nella parola valore risiede il segreto del successo di un uomo.

Produrre (benessere) è il senso della vita e le persone di successo al mondo d’oggi sono quelle che riescono a produrre molto benessere, perché il mondo d’oggi funziona in base a un sistema che non permette di vivere felici se non siamo in grado di procurarci molto benessere.

La popolazione mondiale è divisa in due gruppi di persone, in due classi sociali: un’élite di milionari benestanti che diventano sempre più ricchi e stanno sempre meglio ogni anno che passa e una massa che, al contrario, vede calare sempre più la propria economia, perde sempre più diritti e sta sempre peggio.
La distribuzione della ricchezza spiega, in soldoni, tutto questo. Siamo arrivati al punto in cui un piccolo 10% della popolazione mondiale è arrivata a possedere il 90% della ricchezza totale della terra, mentre il 90% della popolazione, la gente, le masse, si deve accontentare del misero 10% della ricchezza totale.

La differenza sostanziale fra i due gruppi di persone è che i primi conoscono il Sistema e lo sanno sfruttare a dovere per procurarsi benessere, mentre i secondi, le masse, non lo conoscono e ci rimangono schiacciati sotto. Il Sistema è il meccanismo sulla base del quale tutto funziona, sulla Terra. Se non conosci il Sistema, non conosci il mondo, e se non conosci il mondo non puoi procurarti benessere e non puoi ambire alla felicità. Il Sistema premia chi lo conosce e lo sa sfruttare, mentre schiacci come un rullo compressore chi invece non lo conosce.

Il risultato è questo:

  • i primi sono in controllo delle proprie vite, mentre i secondi dipendono da altri.
  • I primi vivono in libertà, i secondi no, sono regolamentati sotto tutti gli aspetti della loro vita, dopo essere stati privati di tutti i diritti.
  • I primi sono i padroni, i secondi sono gli schiavi.
  • I primi, negli anni hanno prodotto sempre di più, andando a stare sempre meglio, i secondi hanno prodotto sempre meno e hanno dovuto imparare ad accontentarsi di sempre meno, nonostante lavorassero sempre di più.
  • I primi prosperano, i secondi sopravvivono.
  • I primi vivono secondo il vero senso della vita, che ripeto consiste nel produrre benessere a se stessi e anche ad altri, i secondi no. Anzi, all’opposto, causano danno e sofferenza a se stessi e agli altri.
  • I primi sono persone di successo, i secondi no.
  • I primi sono felici, i secondi no.
  • I primi sono eccellenti, i secondi mediocri, sotto l’aspetto della produttività.

Ecco perché dico che libertà, prosperità e felicità sono diventati un lusso per pochissimi, per eccellenti. Se vuoi essere felice, devi eccellere e per farlo, devi sapere come funziona il mondo per davvero. Devi, cioè, sapere molte verità che sono state nascoste alle masse, per secoli, perché la gente doveva essere tenuta debole e povera per essere controllata più facilmente e doveva essere sfruttata sempre di più. Sono verità che, in molti casi, sono diametralmente alle menzogne che la gente ha accettato come verità, le menzogne sulle quali la gente ha fondato la propria vita, le menzogne sulla base delle quali le masse sono state indottrinate a credere per renderle schiave.

Se sei stato costretto agli arresti domiciliari durante il periodo di lock-down con la scusa del Coronavirus, allora sei parte della massa, sei cioè parte degli schiavi che non sanno come funziona il mondo, per davvero, esisti nell’interesse di altri più che nel tuo stesso e sei a rischio, insieme ai tuoi figli, di schiavitù eterna e anche di eliminazione, secondo il Piano per il Nuovo Ordine Mondiale e secondo il piano di controllo dello sviluppo demografico targato Agenda 21.

Siamo arrivati alla fine di un ciclo durato quasi cent’anni, attraverso il quale gli uomini sono stati trasformati in topi, animali minori che non possono fare altro che preoccuparsi di procurarsi il minimo indispensabile per sopravvivere. Non siamo più uomini, perché non siamo più capaci di prosperare. L’interesse alla prosperità è quello che ci contraddistingue dagli animali. Non siamo più interessati a prosperare, perché siamo troppo preoccupati a procurarsi il minimo necessario a continuare ad andare avanti, sbattendoci dalla mattina alla sera per un sogno di benessere e di felicità che non raggiungeremo mai, almeno che non riusciamo ad entrare fra gli eccellenti.

Non si può prosperare senza investire in cose che ci portano benefici a lungo termine. Non abbiamo più fiducia nel futuro e non abbiamo nemmeno più fiducia in noi stessi. Siamo al punto in cui moltissime persone scappano di fronte alla parola “investimento”. Siamo al punto in cui la parola investimento causa l’orticaria, e questo è il motivo per cui non possiamo migliorare le nostre condizioni di vita. Siamo spacciati. Le masse sono spacciate.

Siamo troppi, troppo mediocri e siamo diventati una zavorra al progresso dell’umanità. Siamo troppi topi che si azzuffano dalla mattina alla sera per le briciole, topi che per le briciole sono pronti ad uccidersi l’uno con l’altro. Siamo arrivati al punto in cui siamo diventati un danno a noi stessi e al prossimo, motivo per cui i padroni del mondo hanno deciso di eliminarci.

Siamo vicinissimi ad una fase di reset necessaria a ripristinare gli equilibri fra produttività e consumi, una fase molto drammatica che avrà le sembianze di un diluvio universale, che dobbiamo superare incolumi per poi poter continuare a prosperare in libertà nel nuovo mondo, il mondo voluto da alcuni, gli eredi e i discendenti dei massoni.

La massoneria è stata un’associazione di uomini accomunati da un obiettivo, la costruzione di un mondo migliore, un mondo in cui l’uomo potrà vivere in perpetuo equilibrio con la natura. Il termine massoneria proviene dall’inglese Free Masonry. Masonry significa carpentieri. Si sono chiamati muratori, appunto perché il loro obiettivo era quello della costruzione di un mondo tutto loro, in cui potevano vivere separati e lontani dalle masse, dai rozzi popoli, come li chiamava Giordano Bruno, le masse che dovevano essere controllate per mezzo delle religioni e delle superstizioni. Il piano massonico è stato ereditato e portato avanti da altre associazioni di uomini che si sono formate fra la prima e la seconda guerra mondiale, il cui obiettivo è stato quello di creare un mondo migliore per tutti, per l’umanità. Tutti non inteso come 7 miliardi di anime, l’attuale popolazione mondiale, bensì come quei pochi che sanno vivere secondo il principio che “non ci si può arricchire senza preoccuparsi di far arricchire anche altri”, cioè coloro che sanno vivere secondo il vero senso della vita, che è produrre benessere per se stessi e anche per gli altri. Questi sono quelli considerati meritevoli di libertà e sono quelli che saranno autorizzati a portare avanti l’umanità.

Il resto, gli eccessivi consumatori, gli inutili, i dannosi, la feccia umana che causa sofferenza al prossimo… i topi, verranno spazzati via.

Siamo all’inizio di una fase di derattizzazione del pianeta, che precederà un nuovo ciclo dell’umanità, in un mondo diviso fra meritevoli di vita vera, uomini che continueranno a prosperare in libertà, e servitori, uomini a cui verrà impedito anche di riprodursi, dopo essere stati privati di tutti i diritti, anche di quello all’amore, fino a che gli equilibri fra produttività e consumi saranno ripristinati. Dopo di che, ci sarà un’altro ciclo, e così via ogni novant’anni.

Quindi no, il mondo non finirà, ma il mondo per come lo conosciamo noi sta per finire e uno nuovo sta per cominciare. L’umanità non si estinguerà, la specie umana continuerà ad esistere, ma sarà un’umanità composta da uomini veri che sanno vivere secondo il vero senso della vita.

Se vuoi salvarti dalla schiavitù eterna e dall’eliminazione, se vuoi continuare a esistere come un vero uomo, e se vuoi prosperare in libertà, allora devi diventare un Super Humans, così li chiamano i padroni del mondo, devi saper eccellere in tutto quello che fai, e per riuscirci devi conoscere la verità su come funziona il mondo, per davvero. Se hai figli, devi fare in modo che anche loro imparino quelle verità e imparino a eccellere.

Le parole chiavi sono verità, eccellenza e valore.

Se ambisci a far parte dei meritevoli di vita vera, hai bisogno di me come consulente, come partner, come informatore, come educatore e come formatore. Sei sei vittima della tassazione, se ti devi spogliare per fare il check-in per imbarcarti su un aereo, se devi pagare per parcheggiare l’auto in strada, allora fai parte della massa, e come tale sei destinato alla schiavitù eterna e all’eliminazione. Se ti vuoi salvare da tutto questo, sono la tua unica speranza, perché agli altri con le mie competenze non importa nulla di te e dei tuoi figli.

Sono un ex business/life coach di personalità di rilievo nel mondo imprenditoriale e politico e sono un ex direttore di aziende di proprietà di multinazionali. Ho passato quasi quindici anni della mia vita a stretto contatto con i milionari di tutto il mondo, dai quali ho imparato i segreti dell’élite e i segreti conservati ai più alti livelli della massoneria. Sono i segreti che permettono all’uomo di vivere alla massima espressione, cioè di sfruttare al meglio le potenzialità umane per dare il meglio di sé nel mondo, per poter ottenere il meglio in cambio dalla vita. Ho formato imprenditori, managers, celebrità dello spettacolo, generali NATO e loro future consorti, nonché i loro figli. Ho fatto parte degli alieni, così si definiscono quelli che vivono nel mondo dei benestanti, degli uomini al di sopra della legge, degli eredi della massoneria.

Sono l’unico possessore della chiave del Matrix, lo strumento che permette di passare dal mondo dei topi e degli schiavi, al mondo dell’élite benestante, e sono disponibile a condividerla con chi ha capitali, risorse e aziende di valore da mettere a disposizione di un progetto di salvataggio, una specie di Arca di Noè, basato sull’imprenditoria e sulla formazione, un progetto che ho chiamato La Soluzione.